Palpebre nei trattamenti oncologici
Problemi della pelle, Problemi oncologici

Palpebre nei trattamenti oncologici

Cos’è

Negli ultimi anni l’industria farmaceutica avanzata ha prodotto numerosi farmaci biologici in grado di sconfiggere il tumore bloccando alcuni recettori cellulari. Alcuni di questi sono già commercializzati, mentre altri lo saranno a breve. I nomi dei farmaci biologici più usati sono Cetuximab (Erbitux), Panitumumab (Vectibix), Gefitinib (Iressa), Erlotinib (Tarceva), Trastuzumab (Herceptin), Lapatinib (Tyverb).

La reazione papulo-pustolosa è l’evento più costante durante il trattamento con inibitori EGFR. Si manifesta con la comparsa di papule o pustole infiammatorie a livello dei follicoli piliferi soprattutto nelle aree ricche di ghiandole sebacee come volto e parte alta del tronco.
La stessa reazione può comparire alle palpebre e all’arcata sopraciliare e in questo caso provocano problemi specifici.

Palpebre nei trattamenti oncologici
Palpebre nei trattamenti oncologici

Cosa fare

Il trattamento consigliato è quello di applicare Unguento ai PEG.
Questo ha azione di assorbimento delle secrezioni e contribuisce al distacco delle crostosità.

Va applicato nella parte esterna e non sulla congiuntiva.

Per pulire la palpebra va utilizzata una soluzione di Permanganato di Potassio.

Prodotti indicati

Peg Unguento

Valutato 5.00 su 5
24,00 20,00
Aggiungi al carrello