pidocchi
Articoli

Pidocchi e trattamenti responsabili

Antiparassitari: la storia

Gli antiparassitari sono stati introdotti nel trattamento della pediculosi fin dalla metà del secolo scorso e avevano lo scopo di uccidere il pidocchio e far terminare la parassitazione. Ancora oggi sono in commercio preparati in forma di schiuma, lozione o crema contenenti antiparassitari.
Gli Antiparassitari utilizzati allo scopo appartengono a due principali categorie: i Piretroidi e gli Organofosforici.
Tra i Piretroidi il più usato è la Permetrina che agisce sugli insetti come una neurotossina paralizzando i neuroni e quindi portando a morte l’insetto. La Permetrina ha in generale una bassa tossicità per i mammiferi ed è stata pertanto ammessa come antiparassitario per uso umano.
Tra gli Organofosforici il più usato è il Malation che agisce legandosi alla colinesterasi, un neurotrasmettitore, paralizzando i nervi. Anche il Malation ha una bassa tossicità per i mammiferi anche se esistono studi contraddittori in tema.
Gli antiparassitari per uso umano sono stati approvati per una o due applicazioni al massimo in modo da minimizzare l’esposizione agli antiparassitari ma già da 10 anni si è assistito ad una progressiva diffusione di pidocchi della testa resistenti agli antiparassitari.

Resistenza agli antiparassitari

Nell’ultimo decennio sono state segnalate in tutto il mondo resistenze dei pidocchi agli antiparassitari.
La conseguenza è la mancata guarigione dopo il trattamento antipidocchi.
La mancata guarigione fa si che i preparati antipidocchio siano impiegati per tempi più lunghi di quelli raccomandati o le applicazioni siano ripetute al di la delle raccomandazioni d’uso.
Ovviamente quando i pidocchi sono resistenti all’antiparassitario aumentando i tempi di applicazione o il numero delle applicazioni non si ottiene comunque l’eradicazione dai parassiti, in compenso aumentano i rischi di effetti collaterali legati all’ esposizione maggiore agli antiparassitari.

Effetti collaterali degli antiparassitari

Sono stati segnalati sia effetti negativi locali sia sistemici. Tra i primi i più comuni sono arrossamento, prurito, bruciore, perdita di capelli; tra i secondi i più comuni sono nausea, mal di testa, tremori, dolori addominali, diarrea, difficoltà respiratoria.
Quello che però preoccupa di più le autorità sanitarie è la possibile tossicità a lungo termine soprattutto considerando che questi prodotti vengono usati per lo più su bambini ancora in fase di sviluppo. Per questi motivi tutti i metodi antipidocchio alternativi all’uso di antiparassitari sono incoraggiati dagli operatori della salute.

Pediculus System

Pediculus System è un sistema studiato per eradicare la pediculosi dei capelli senza ricorrere ad antiparassitari.
Il sistema è composto da un solvente del rivestimento cerosi del pidocchio e da un balsamo per favorire la rimozione del pidocchio stesso.
Si applica prima il solvente che rende meno mobile e attivo il pidocchio e poi si passa la pettinina. In seguito si applica il balsamo e si ripete il passaggio con la pettinina. In questo modo la maggioranza dei pidocchi è eliminato. Ripentendo il procedimento per tre volte a distanza di 4 giorni si eliminano anche eventuali pidocchi nati dalle uova dopo il primo trattamento portando così in 12 giorni all’eradicazione della parassitosi senza aver utilizzato alcun antiparassitario .

Trattamento antipidocchi naturale – Pediculus System

16,00 13,00
Aggiungi al carrello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *