microbiota
Articoli

La rivoluzione del microbiota

La flora batterica della pelle è stata ultimamente ben determinata attraverso l’uso delle tecniche genomiche e oggi conosciamo molto di più che in passato sulla tipologia dei batteri che rappresentano la flora residente della pelle. Oltre ai batteri sono stati mappati come presenze anche funghi, virus e microeucarioti.
I microrganismi della flora residente o microbiota cutaneo, svolgono importanti azioni a difesa della nostra salute.
La colonizzazione batterica avvenuta nell’evoluzione dell’uomo certamente ci protegge dalla possibile colonizzazione da parte di ceppi estranei potenzialmente pericolosi.

definizione di MICROBIOMA: genoma dei microrganismi che normalmente risiedono nel corpo umano.
definizione di MICROBIOTA: insieme di microrganismi che vivono nel corpo umano.

Un’altra azione molto importante svolta dalla flora residente è quella di stimolare e mantenere attivo il nostro sistema immunocompetente.

Già solo per questi due motivi è logico pensare che in qualche modo i batteri cutanei  e tutto il microbiota non debbano essere disturbati affinché possano svolgere le loro azioni positive.

Tuttavia gli stessi batteri possono diventare, in determinate condizioni, dei patogeni.

La condizione più temuta è che l’esposizione ad antisettici, antibiotici o alcune sostanze chimiche possano modificare l’ecosistema batterico e soprattutto indurre resistenze. In altre parole oggi sono temute le generazioni di superbatteri o superbugs resistenti ad ogni antibiotico, capaci potenzialmente di uccidere per setticemia l’ospite.

In diversi studi si è voluto valutare quanto la cosmesi quotidiana possa perturbare il microbiota della pelle. Gran parte dei prodotti d’uso cutaneo, sia nella detergenza sia nello skin care, contengono componenti antisettici o conservanti. Questi nell’applicazione quotidiana e soprattutto per i prodotti leave on potrebbero generare alterazioni dell’ecosistema favorendo colonizzazioni a potere patogeno.

Andranno fatte delle scelte sia sul tipo di preservante sia sulla percentuale d’uso selezionate secondo la tipologia di prodotto.

Indicazioni

Occorre rimeditare riguardo l’uso dei prodotti contenenti antisettici e disinfettanti quando:

  • la pelle ha una tendenza acneica poiché si infiamma ulteriormente
  • l’utilizzo del gel ad azione antibatterica per disinfettare le mani diviene di utilizzo comune. Questo infatti deve essere limitato a situazioni particolari di possibili contaminazioni e ad esso deve essere preferito l’uso dei guanti protettivi
  • la pelle è di tipo pelle sensibile poiché, squilibrando la flora batterica, si irrita, diventa pelle secca e pruriginosa
  • durante l’esposizione solare poiché già il sole esercita un’azione antibatterica attraverso i raggi UV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *